immagine di una persona che scrive un telegramma di condoglianze

Anche se vivamo in un’epoca dove la tecnologia ha preso il sopravvento, non è mai buona norma inviare dei messaggi Whatsapp, o ancora peggio, utilizzare la bacheca di Facebook  per esprimere il nostro dolore e la nostra vicinanza ad una famiglia che ha appena subito un lutto.

E’ ancora buona usanza inviare un telegramma di condoglianze, che esprime attenzione e tatto verso le persone che hanno appena appreso la triste notizia. Mandare una mail o un messaggio via telefono, esprime, al contrario, sufficienza e superficialità, che non costituiscono esattamente la giusta formula per un momento come questo.

 Un telegramma, invece, scritto con una scelta accurata delle parole, è espressione di sincere e sentitite condoglianze.

Come inviare un telegramma di condoglianze

È possibile inviare un telegramma di condoglianze via telefono, chiamando il numero 186. Tale numero è attivo tutti i giorni, dalle ore 7 alle ore 23. Il pagamento del telegramma si verifica addebitando il costo sulla bolletta telefonica o sulla scheda Sim, se si chiama con il cellulare.

Per i capoluoghi e le città, la ricezione del telegramma di condoglianze al destinatario viene effettuata solitamente in giornata, previa accettazione entro le ore 12 del giorno stesso. Nei paesi più piccoli invece il telegramma di condoglianze sarà recapitato entro e non oltre il giorno successivo all'accettazione.

Il telegramma di condoglianze si può anche inviare mediante le poste, sia online che nel formato cartaceo. Il servizio online, inoltre, è valido unicamente per gli utenti registrati al sito ed è attivo 24 ore su 24. Il prezzo del telegramma di condoglianze effettuato on line, oltre al costo fisso prevede una maggiorazione di 0.80 euro; il pagamento può essere effettuato con carta di credito o bancoPosta online. La ricevuta di pagamento verrà infine inviata al proprio indirizzo di posta elettronica. Ci si può rivolgere alle poste anche nel caso in cui dobbiamo inviare un telegramma all’estero, in quanto c’è un servizio apposito per la spedizione di telegrammi internzaionali

Anche se la modalità di spedizione è la stessa non tutti i telegrammi sono uguali. Per questo motivo è buona norma, utilizzare un tono e delle parole diverse per le varie circostanze. C’è molta differenza, ad esempio tra un telegramma aziendale, da inviare a un collega o alla sua famiglia, ed un telegramma destinato ad amici o parenti.

Telegramma aziendale o familiare? 

Il vero problema quando ci si trova a scrivere un documento di questo tipo, è la scelta delle frasi di condoglianze, infatti, la paura è sempre quella di essere inopportuni e poco sensibili. La scelta delle parole dipende molto dalle circostanze e dalla persona a cui è rivolta la lettera.

Quando si parla di telegramma aziendale, si intende un telegramma da inviare a un collega di lavoro, oppure a un dipendente della propria azienda, se si è i proprietari. Si tratta di una lettera del tutto formale, che prevede un tono di sentito dispiacere, ma allo stesso tempo molto distaccato, in modo da non risultare invadenti nei confronti di una persona, che si trova già in un momento difficile. Diciamo che questo tipo di telegramma si affianca molto, come tono e formalità al necrologio funebre, ma fate attenzione, sono due messaggi diversi, e con scopi differenti.

Il telegramma familiare invece, essendo destinato a un membro della propria famiglia o a un caro amico, può concedersi un tono molto più informale e amichevole. Non è necessario che sia formale e distaccato, vista la confidenza che ci lega alla persona che lo leggerà, anzi è d’obblico un tono caldo e confidenziale per far capire a quella persona quanto siamo dispiaciuti della sua perdita. Generalmente si utilizzano, in modo affettuoso delle frasi che si è soliti dire insieme, per l’atmosfera, per quanto sia possibile, più distesa.