Search HP

Se la morte del defunto si verifica in casa, gli accertamenti andranno in primis effettuati dal medico curante, che successivamente comunicherà le cause del decesso accertate al Sindaco del Comune di residenza dello scomparso. Nei casi di decesso in Ospedali, Case di Cura, Case di Riposo o istituti affini, sarà invece il direttore del luogo o un delegato dell'amministrazione a effettuare gli accertamenti del caso. È sempre necessaria però una ulteriore conferma ufficiale riguardo alle origini e ai motivi del decesso che sarà effettuata dal medico necroscopo, entro 36 ore dalla morte e dopo 8 ore dalla stessa.

Il certificato di morte andrà invece consegnato, entro 24 ore dall'avvenuta morte, all'Ufficiale di Stato Civile del territorio nel quale si è verificato il decesso. L'autorizzazione al seppellimento viene rilasciata dallo stesso Ufficiale di Stato Civile, mediante la compilazione dell'atto di morte. Per ottenere la cremazione, servono anche altri documenti quali: certificato in carta libera del medico necroscopo, che conferma un decesso non dovuto a reati; nulla osta dell'Autorità Giudiziaria, per i casi di morti sospette o improvvise.

La normativa che regola la presentazione e compilazione del certificato di morte è legata ai seguenti decreti:

- Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000 n. 445: Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa;

- Decreto del Presidente della Repubblica 3 novembre 2000 n. 396: Regolamento per la revisione e la semplificazione dell'ordinamento dello Stato Civile, a norma dell'art. 2 comma 12, della legge 127/1997

Altri Articoli

Frasi lapidi: scoprite cosa scrivere

La perdita di una persona cara è un momento molto duro da superare e che lascia nel cuore di chi la subisce un vuoto incolmabile. Quando purtroppo accade un evento luttuoso, sono molti i preparativi da fare per organizzare il funerale, spesso le persone si rivolgono alle agenzie di onoranze funebri, che mettono al servizio dei loro clienti professionalità, sensibilità e gentilezza.

Ringraziamenti per il funerale: scoprite come farli

La perdita di una persona cara è un evento particolarmente difficile da sopportare. Il più delle volte amici e parenti si stringono attorno alla famiglia colpita dal lutto dando forza o semplicemente un aiuto a svolgere le pratiche funerarie. I ringraziamenti per il funerale possono avvenire in diverse modalità, che ora vedremo: l'importante è non dimenticare mai di esprimere la propria gratitudine a chi ha mostrato affetto.

Donazione organi: scoprite come fare

La legge n°91 del 1 aprile 1999 e il decreto ministeriale dell’8 aprile 2000 regolano la dichiarazione della volontà di donare gli organi. Nel caso in cui una persona voglia esprimere la volontà di donare gli organi, deve rilasciare una dichiarazione scritta oppure può registrare la propria decisione presso la ASL di appartenenza o presso il proprio medico curante.

Affido ceneri dopo la cremazione: come funziona?

Affido delle ceneri

Ogni persona può decidere se dopo la propria morte vuole essere cremato e a chi affidare le proprie ceneri. Una volta cremato le ceneri vengono raccolte in un’urna fatta di materiale resistente che viene chiusa e sigillata. Su di essa vengono registrati i dati del defunto: il nome, il cognome, l'anno di nascita e la data in cui è venuto a mancare.

Funerale: scoprite le varie tipologie

Il funerale è un rito, che può avvenire in forma civile o religiosa, che accompagna e celebra la dipartita di una persona.

Sede: via dei Sabelli 151, 00185 Roma

Telefono: 06 64501016

Cellulare: 338 63 200 91

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright 2010 - Powered by ElaMedia Group