Search HP

Epigrafe funebre

Il nome epigrafe deriva dal greco antico “ἐπιγραφή”, che significa scritto sopra, ed è proprio una sorta d'iscrizione pubblica inserita su materiale cartaceo, o su supporti in pietra, marmo o metallo. Le epigrafi hanno origini greche e romane e possono essere iscritte in luoghi all'aperto, al chiuso, o su un oggetto specifico, come nel caso dei monumenti o delle lapidi. Possono inoltre essere dipinte, incise solamente e persino realizzate tramite la tecnica del mosaico.

L’epigrafe funebre

L'epigrafe funebre può essere inserita nei manifesti funebri affissi sui muri della città di residenza del deceduto, nei quali si annuncia la sua morte, nonché la data, luogo del funerale e di sepoltura. L'epigrafe può altresì essere incisa sulle tombe e rappresenta spesso una frase significativa che ricordi, in modo pregnante e significativo, il defunto stesso. Si tratta di una sorta di omaggio nei confronti della persona defunta, un tratto distintivo. Può essere commissionata all’impresa funebre che segue il funerale oppure può essere scritta direttamente dai familiari, in modo che possano esprimere con le loro parole il dolore per il triste momento.

Anche se l’epigrafe è una pratica che tutt’oggi si usa, risale ai tempi antichi, dove questi testi non venivano utilizzati solamente per omaggiare i defunti, ma anche per venerare gli dei e gli imperatori. In parole povere, questo tipo di manoscritto rappresenta un grande pilastro nella storia dei nostri antenati.

Chi ha il compito di scriverla?

L'epigrafe viene solitamente richiesta direttamente all'impresa funebre che si occupa del funerale e che spesso dispone di molti epitaffi già preimpostati e pronte all'uso. Questa decisione deriva dal fatto che, la stesura di un testo così particolare, non è per nulla semplice, dei professionisti sicuramente sapranno soddisfare le vostre esigenze. È possibile trovare l'epigrafe che potrebbe fare al caso vostro anche navigando su internet e poi comunicarla all'agenzia di pompe funebri, anche se forse questa soluzione è la meno quotata, in quanto conferisce un senso di superficialità. Nonostante questo, on line ci sono numerosi siti dedicati a tale argomento, che presentano diverse frasi da poter scegliere e utilizzare per questa triste occasione, accompagnati da decorazioni adatte al momento.

Queste soluzioni sono certamente comode e agevoli, ma la cosa migliore da fare sarebbe quella di creare un'epigrafe ad hoc personalmente. È vero, non tutti sono portati per la scrittura, soprattutto di un certo livello, ma le parole pensate da una mente esterna non potranno mai essere profonde e sentite quanto quelle scelte da parenti e amici. Solo loro infatti potrebbero ricordare, all’interno del testo, dei momenti passati insieme, o magari inserire una frase che diceva sempre il caro amico o parente defunto. Scrivere un’epigrafe personalmente, conferirà al testo tutto l’amore e il sentimento necessario a renderla unica ed inimitabile.

 

Altri Articoli

Musica per il funerale: consigli nella scelta

organo per suonare musica funebre

La musica durante il funerale ha lo scopo di accompagnare con il gusto dell'arte il difficile momento della dipartita. Le possibilità sono molte: dai classici cori religiosi a qualcosa di più moderno ma sempre adatto.

Procedura tumulazione

Fra le pratiche funerarie, la più conosciuta e diffusa nel nostro paese è la cosiddetta tumulazione. In pratica, la tumulazione è l'operazione per cui si va a mettere il feretro in un loculo, per poi chiuderlo attraverso l'utilizzo di mattoni. I loculi sono o messi a disposizione dal Comune in cui si andrà a seppellire il defunto, oppure possono essere privati: la loro costruzione ed il loro utilizzo sono regolati da leggi particolari.

Tributo RES: scopri di cosa si tratta

Il pagamento del tributo del Comune sui rifiuti e sui servizi, chiamato RES, approvato dal Governo in data 24 ottobre 2011 e diventato obbligatorio dal 2013. Il pagamento del tributo RES avviene in quattro rate trimestrali, nei mesi di gennaio, aprile, luglio e ottobre, gli enti possono però decidere di regolamentare in modo differente la riscossione.

Raccolta ceneri: costi e modalità del servizio

Con la raccolta ceneri si intende tutta la procedura burocratica per ridurre il corpo di una salma deceduta da tempo (raccolta da loculo, dopo i 30 anni, raccolta da sotto terra, dopo i 10 anni) da cassa a cassettina per ossario.

Cosa fare dopo il decesso: scoprite quali sono le pratiche burocratiche

Uno dei momenti più drammatici della vita è quello sicuramente di affrontare il decesso di una persona cara, ovvero di uno dei nostri parenti più prossimi all'interno della cerchia familiare.

Sede: via dei Sabelli 151, 00185 Roma

Telefono: 06 64501016

Cellulare: 338 63 200 91

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright 2010 - Powered by ElaMedia Group