Search HP

La camera ardente viene solitamente allestita dopo la cerimonia funebre, prima della sepoltura, a casa del defunto o del parente più stretto rimasto in vita. La camera ardente è infatti il luogo, creato appositamente per tale e triste occasione, nel quale si espone la salma del defunto, prima di procedere alla definitiva sepoltura. La camera ardente si prepara dunque all'interno di una casa privata, per dare un ultimo saluto al corpo del defunto, che poi verrà seppellito.

Il nome “camera ardente” è legato alla consuetudine di posizionare all'interno del luogo dove viene esposta la salma anche lumi accesi; grazie alle nuove leggi, è oggi possibile il trasporto in cassa aperta di persone morte non nel luogo di residenza, purché ci si trovi all'interno della regione di appartenenza. Venne dato il medesimo nome anche a un tribunale francese speciale, anch'esso illuminato giorno e notte da torce.

L'allestimento della camera ardente potrebbe rivelarsi come una delle fasi della preparazione funeraria più tristi da affrontare, quando si verifica la perdita di una persona cara; sono infatti molti coloro che, per esporre la salma e allestire la camera ardente, si affidano alle agenzie di onoranze funebri. Le imprese di pompe funebri sono infatti preparate ad allestire una camera ardente, occupandosi di tutto: dal trattamento, al trasporto e alla sistemazione della salma.

Altri Articoli

Cimitero Verano: scoprite i tour tra le tombe famose

L'immagine della tomba del famose attore  Vittorio Gassman posta al cimitero del Verano

Il Cimitero Monumentale del Verano racchiude in sè storia, arte, ricordi e curiosità molto spesso dimenticati. Si tratta di un vero e proprio museo oltre che luogo di riposo eterno, per questo la città di Roma ha deciso, in collaborazione con l’azienda Ama, di permettere a turisti e residenti di ammirare e conoscere appieno questo luogo unico al mondo. Il progetto si chiama “Passeggiate tra i ricordi” e si sviluppa in ben 11 itinerari uno diverso dall’altro, che accompagnano i visitatori in un viaggio tra monumenti e racconti sui grandi personaggi storici che sono sepolti nel cimitero.

Organizzare un funerale: scoprite come farlo

Organizzare un funerale, soprattutto, per una persona cara è qualcosa di estremamente gravoso e difficile. Fortunatamente, una volta contattata l'impresa di onoranze funebri è questa a farsi carico delle più difficili incombenze.

Funerale civile: come organizzarlo

Il momento della morte è sempre carico di forti emozioni e le esequie funebri mirano a confortare la famiglia dell'estinto. La religione ha sempre dimostrato una posizione dominante nella pratica; tuttavia, recentemente, il numero di persone che richiede un funerale civile è aumentato. Ecco come organizzarlo.

Certificato di morte: a chi và consegnato?

Quando muore un individuo, è necessario attestare le cause del decesso, nonché ora, luogo e tutti i dati necessari a identificare la salma. È infatti obbligatorio redigere un certificato di morte apposito, per ufficializzare il decesso del soggetto. Il certificato di morte va stilato da un familiare del defunto, da un suo convivente o da un eventuale delegato (ad esempio l'agenzia funebre).

Omelie per funerali: vediamo come ricordare il defunto

Tradizionalmente le omelie nei funerali costituiscono uno dei momenti più commoventi di tutta la cerimonia: tramite le parole del prete – oppure del fratello, della moglie o del genitore – vengono ricordate le qualità del defunto e si prega affinché la sua anima trovi, infine, le pace.

Sede: via dei Sabelli 151, 00185 Roma

Telefono: 06 64501016

Cellulare: 338 63 200 91

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright 2010 - Powered by ElaMedia Group