Search HP

La musica durante il funerale ha lo scopo di accompagnare con il gusto dell'arte il difficile momento della dipartita. Le possibilità sono molte: dai classici cori religiosi a qualcosa di più moderno ma sempre adatto.

Valutare il contesto

Prima di scegliere la musica per il funerale occorre capire a che tipo di cerimonia si sta per assistere: è religiosa? Laica? Saranno presenti molte persone? Il defunto aveva gusti particolari? La risposta a tutte queste domande deve delineare situazioni molto diverse.

Rito religioso

In occasione di una cerimonia religiosa, solitamente è la chiesa stessa che si preoccupa della scelta della musica per il funerale. Ognuna di esse ha infatti il suo repertorio che viene utilizzato, in maniera spesso identica, in tutti i funerali.

Il repertorio comprende, solitamente:

• Canti gregoriani

• Musica classica (come l'“Ave Maria” di Schubert)

• Canzoni religiose (come l'“Io credo: Risorgerò”)

Gli strumenti utilizzati sono l'organo e il coro, nelle chiese dov'è disponibile. Si tratta di una scelta classica che si adatta molto bene al tipo di rito che è il funerale cattolico: ovvero una marcia molto carica di escatologica emotività verso Dio.

Rito laico

In questo caso la libertà è maggiore. È possibile decidere prendendo spunto dai gusti musicali del defunto e dalla sua personalità.È possibile chiamare musicisti esterni che performino qualsiasi musica. È comunque corretto optare per musiche che si adattino alla situazione, come ad esempio:
• Amazing grace di Newton, spesso utilizzata nei funerali americani

• Brani tratti dal Requiem di Mozart

• Preludio 20 oppure 22 di Chopin

Ma la lista è virtualmente infinita.

I tempi

Fondamentale è la scelta dei tempi e l'adattamento alla durata dei vari momenti della cerimonia. Sia che si tratti di rito religioso che laico, è opportuno rispettare il susseguirsi della ritualità.All'inizio, quindi, va bene scegliere brani più lunghi: questi accompagneranno i primi momenti di raccolta dei fedeli e dei parenti che si avvicinano al luogo di celebrazione del rito. All'interno della cerimonia, invece, è bene scegliere brani più corti che fungano da collante fra le varie parti (soprattutto nel caso religioso).Alla fine, è possibile prendere più tempo in modo tale da seguire il commiato con la famiglia del defunto.

Altri Articoli

Casse funebri: informazioni e caratteristiche

Le casse funebri, chiamate anche casse da morto o bare, sono i contenitori utilizzati per deporre la salma del defunto tumulato o inumato. Sono solitamente in legno, ma possono anche essere realizzate con materiali diversi.

Arredo funebre: accessori per la camera ardente e quelli cimiteriali

elementi di un tipico arredo funebre

La perdita di chi occupa una parte del nostro cuore e del nostro amore è sicuramente un momento difficile e triste da sopportare. Molte persone affidano il compito dell'organizzazione del funerale alle agenzie di onoranze funebri, che contano sulla collaborazione di personale sensibile, professionale e cortese.

Cremazione animali: come fare

La perdita del proprio animale domestico, è un momento durissimo da affrontare, soprattutto perchè rappresenta comunque la morte di una parte fondamentale della propria famiglia. Secondo quanto previsto dalle disposizioni nazionali e comunitarie, dopo il decesso l'animale domestico è considerato materiale di CAT 1, e dunque può essere trattato esclusivamente attraverso impianti di incenerimento o altri di categoria simile, riconosciuti dal Regolamento C.E. 1774/02.

Certificato di morte: a chi và consegnato?

Quando muore un individuo, è necessario attestare le cause del decesso, nonché ora, luogo e tutti i dati necessari a identificare la salma. È infatti obbligatorio redigere un certificato di morte apposito, per ufficializzare il decesso del soggetto. Il certificato di morte va stilato da un familiare del defunto, da un suo convivente o da un eventuale delegato (ad esempio l'agenzia funebre).

Dediche santini: sai quale scrivere?

Quando viene a mancare una persona cara, è consuetudine richiedere alla agenzia di pompe funebre di far stampare dei santini. Dietro alla foto si appone poi una piccola dedica. Di seguito le dediche santini proposte dall'agenzia funeraria Cattolica San Lorenzo di Roma.

Sede: via dei Sabelli 151, 00185 Roma

Telefono: 06 64501016

Cellulare: 338 63 200 91

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright 2010 - Powered by ElaMedia Group