Search HP

La cremazione in Italia negli ultimi anni, oscilla intorno al 10% del totale di persone decedute. 
I motivi di tale percentuale, bassa, sono legati principalmente a:

  • assenza e carenza delle strutture crematorie. Queste ultime infatti non sono equamente distribuite nel Paese, ma si concentrano nel Centro-Nord. Le strutture per l'incenerimento sono pressocchè assenti in tutto il sud ed isole.
  • non informazioni circa le novità espresse con la Legge 130 del 2001. Con tale normativa infatti, è stato abrogato il divieto di affido e dispersione delle ceneri se non all'interno dei cimiteri.

La cremazione in Italia sembra essere la tipologia di destinazione della salma, di nicchia. Nonostante i costi della cremazione siano più bassi rispetto a quelli della tumulazione (se si considera anche l'acquisto del loculo o della tomba), una cattiva informazione e la carenza di impianti di cremazione in metà del Paese, rendono l'Italia al terz'ultimo posto in una lista di 21 Paesi europei, seguito solo da Irlanda (6,8%) e Bulgaria (4,9), nel 2007.

Per conoscere la procedura per ottenere la cremazione, vai alla pagina: Cremazione: come ottenerla

Altri Articoli

Certificato di morte: come procedere?

Funerale e sepoltura dopo la stipula del certificato di morte

Quando muore un individuo, è necessario attestare le cause del decesso, nonché ora, luogo e tutti i dati necessari a identificare la salma. È infatti obbligatorio redigere un certificato di morte apposito, per ufficializzare il decesso del soggetto. Il certificato di morte va stilato da un familiare del defunto, da un suo convivente o da un eventuale delegato (ad esempio l'agenzia funebre).

Dispersione ceneri in mare: è possibile?

La cremazione è quel processo che trasforma il corpo del defunto in frammenti ossei e cenere, che sono poi deposti all'interno di un'urna cineraria. L'urna cineraria può essere conservata all'interno di una abitazione, può essere tumulata oppure le ceneri possono essere disperse nei luoghi che prevede il Comune.

Costi esumazione ordinaria: quali sono?

L'esumazione è il procedimento opposto all'inumazione; si verifica infatti dopo di essa. L'esumazione, che viene effettuata mediante rimozione della salma dal luogo di sepoltura nel quale si era verificata l'inumazione, può inoltre essere di due tipi: ordinaria e straordinaria. Per effettuare qualunque tipo di esumazione è indispensabile contattare l'Ispettorato Cimiteriale di competenza e prendere appuntamento.

Il decesso di un pensionato INPS: ecco cosa fare

procedura e documenti da presentare dopo il decesso di un pensionato inps

La morte di un proprio caro è sempre un evento molto doloroso da affrontare. La denuncia del decesso va consegnata presso l’ufficio di Stato Civile del Comune di appartenenza, deve essere presentata entro 24 ore dalla morte. Generalmente le agenzie di pompe funebri si occupano degli amdempimenti di tutte le pratiche burocratiche.

Sepoltura: inumazione

La sepoltura è la pratica più diffusa, come celebrazione del defunto, per lo meno in Italia. Infatti, seguendo gli insegnamenti della chiesa cattolica, la maggior parte delle famiglie italiane ricorre a questo rituale per il funerale di propri cari defunti.

Sede: via dei Sabelli 151, 00185 Roma

Telefono: 06 64501016

Cellulare: 338 63 200 91

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright 2010 - Powered by ElaMedia Group