Search HP

Se la tumulazione avviene all’interno di un loculo Comunale, è importante sapere che il loculo che comunque rimane di proprietà del Comune. La delibera del Consiglio Comunale 1032 del 2 marzo 1976 e dall'art. 37 del Regolamento comunale di Polizia Cimiteriale (delibera n. 3516 del 30 ottobre 1979), ha stabilito che il loculo viene dato in concessione per trent’anni.

La scadenza dei trenta anni è presente dal 15 aprile del 2006 e riguarda tutte le salme che sono state sepolte dal 16 aprile del 1976 in poi. Ai parenti del defunto è però permesso richiedere, entro sei mesi dalla data di scadenza, il rinnovo della concessione del loculo per un periodo di trenta anni.

Per rinnovare la concessione di un loculo ed estinguere la scadenza trentennale, bisogna recarsi nell’ufficio dei cimiteri capitolini preposto, per pagare la somma richiesta per questo genere di operazioni. E’ importante che colui che si occupa della richiesta di rinnovo concessione loculo, si presenti nell’ufficio preposto munito di un valido documento do riconoscimento e del tesserino del codice fiscale. Coloro che invece non vogliono richiedere il rinnovo della concessione del loculo possono scegliere di cremare i resti del corpo del defunto, oppure porre i resti all’interno dell’ossario presente nel cimitero.

È possibile richiedere ulteriori chiarimenti in merito alla scadenza trentennale dei loculi, chiamando il numero 0649236330/1/2/3 tutti i giorni feriali, sabato compreso, dalle 8:30 alle 14:00 o recandosi presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico di Ama-Cimiteri Capitolini in via del Verano 72/A, Roma, tutti i giorni feriali, sabato compreso, dalle 8:30 alle 12:30, martedì e giovedì anche dalle 15:00 alle 17:00.

Altri Articoli

Cremazione cane: a chi rivolgersi?

Quando si verifica la morte del proprio cane, il padrone rimasto in vita soffre tanto per la perdita, soprattutto ricordando i momenti trascorsi insieme, come le lunghe passeggiate nel parco o tra le vie della città. Il decesso di un cane infatti causa sofferenza e lutto tanto quanto quello di un essere umano.

Morte apparente: scoprite cosa avviene

monumento funebre esemplificativo per rappresentare una morte apparente

La morte apparente, nota anche come Sindrome di Lazzaro o cataplessia, è una condizione fisica simile alla morte, nella quale la persona coinvolta perde la coscienza e la sensibilità, il battito cardiaco è assente e i riflessi dei movimenti respiratori non sono presenti. Le cause che possono provocare il fenomeno di morte apparente possono essere sincopi, congelamento, folgorazioni e aritmie cardiache. La morte invece è considerata la cessazione di tutte le proprietà biologiche dell'essere vivente.

Costi cremazione dei resti dopo l'estumulazione

pratiche di estumulazione e successiva cremazione allo scadere della concessione del loculo cimiteriale

Allo scadere del periodo della concessione del loculo, è necessario provvedere all'estumulazione della salma. L'estumulazione consiste nell'apertura di cripte, loculi, cappelle ecc che contengono i feretri dei defunti. I resti ossei del defunto possono essere  raccolti all'interno di apposite cassette, che sono a loro volta messe all'interno dell'ossario del cimitero, oppure possono essere cremati e tumulati di nuovo all'interno di un loculo.

Medico necroscopo: quali sono le sue funzioni?

La medicina necroscopica si fonda su due norme fondamentali, ovvero il DPR 285-90 che è il regolamento di polizia mortuaria, ed il R.D. 9-7-1939 nell'ordinamento civile, ed il DPR 3-11-2000 n. 396.

Donazione organi: scoprite come fare

La legge n°91 del 1 aprile 1999 e il decreto ministeriale dell’8 aprile 2000 regolano la dichiarazione della volontà di donare gli organi. Nel caso in cui una persona voglia esprimere la volontà di donare gli organi, deve rilasciare una dichiarazione scritta oppure può registrare la propria decisione presso la ASL di appartenenza o presso il proprio medico curante.

Sede: via dei Sabelli 151, 00185 Roma

Telefono: 06 64501016

Cellulare: 338 63 200 91

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright 2010 - Powered by ElaMedia Group