Search HP

Non è solo il parroco che, durante l'omelia funebre recita tali preghiere, ma può farlo in alcuni casi una persona vicina al defunto che voglia esprimere mediante le parole il suo ultimo saluto e l'estremo cordoglio nei confronti del caro estinto.

Secondo la religione cristiana le preghiere per i defunti possono anche dare un aiuto soprattutto a coloro che soffrono le pene del Purgatorio. Ogni preghiera per un defunto, dovrebbe altresì essere accompagnata dall'Eterno Riposo.

Vi proponiamo alcune preghiere per i defunti, che possono venirvi in soccorso qualora non si riuscissero a trovare le parole adatte a causa del difficile e triste evento luttuoso:

Offerta della Santa Messa per le Anime Purganti

Eterno Padre, rammentatevi che con infinito amore il Vostro Unigenito Figlio ha istituito il Santo Sacrificio della Santa Messa non solo per i vivi, ma anche per i Defunti. Perciò io vi offro questo sacrificio d'Amore per l'anima di… e per tutte quelle che hanno più bisogno di soccorso, acciocché Voi, Dio d'infinita bontà, vogliate raddolcire le loro pene e concedere presto ad esse la liberazione dal Purgatorio. Deh, accogliete, o gran Padre delle misericordie, i meriti della Vittima Divina che su questo Altare s'immola; accogliete le potentissime preghiere del Vostro Divin Figliuolo, ed anche le mie povere preghiere, e presto liberate dalle loro acerbissime pene le Anime Sante, del Purgatorio. Così sia.

Per il padre o la madre defunti

O Signore, che ci avete comandato di onorare il padre e la madre, Vi muova a pietà il lacrimevole stato dell'anima di mio padre (o mia madre), che forse desolatissima geme nel Purgatorio; rimettetele ogni suo fallo e introducetela presto nella gloria del Cielo. Me pure aiutate perchè possa ritrovarla nella chiarezza del gaudio Eterno. Ve ne prego per i meriti infiniti di Gesù Cristo Signor Nostro. Tre Eterno riposo… 

Per il proprio marito o per la propria moglie

Dio di tutte le virtù, che sollevando alla dignità di Sacramento il matrimonio, avete insegnato a tutti i coniugi ad amarsi vicendevolmente con una carità simile a quella che lega Voi alla Vostra Sposa la Santa Chiesa, quindi a non cessare giammai di procurarsi reciprocamente il vero bene; degnatevi di esaudire le preghiere che io Vi porgo per l'anima di quel (o di quella) consorte, che Voi medesimo mi avete dato a sollievo delle pene di questa misera vita, e che Voi stesso richiamaste al Vostro Seno, per insegnarmi a mettere in Voi solo la mia speranza e la mia contentezza. Ricevete in isconto dei suoi debiti, contratti forse per causa mia, quel poco bene che faccio in suo suffragio e che intendo di unire ai meriti di tutti i Santi, a quelli di Maria SS., ma più di tutto ai meriti infiniti di Gesù Cristo, per liberarla al più presto possibile dalle fiamme ardenti del Purgatorio e farla volare al possesso dei gaudi eterni del Cielo. Sì, accogliete tra le Vostre braccia quell'Anima benedetta; ed ascoltando la preghiera che esa vi fa in mio favore, fate che io viva così santamente da meritarmi di essere a lei riunito per tutta l'eternità nella Gloria.

Per i fratelli e per le sorelle

Amabilissimo mio Signore Gesù Cristo, che della fraterna carità, di cui presentaste in Voi stesso il più perfetto modello, avete fatto il primo dovere ed il primo distintivo di tutti i Vostri discepoli, liberate dalle pene che soffrono, e chiamate al possesso della Vostra Gloria i nostri fratelli e le nostre sorelle.

Voi, che Vi degnaste di diventare il nostro fratello maggiore prendendo la nostra stessa carne, ed elevandoci alla dignità di figli del Vostro Eterno Padre, non permettete che siano a lungo da Voi divisi questi minori fratelli, che con gemiti inenarrabili Vi domandano pietà. Con i meriti infiniti della Vostra Passione e della Vostra Morte avvalorate per tal modo le nostre preghiere, le nostre buone opere, i nostri patimenti, che servano a scontare tutti i debiti che hanno ancora con la Vostra Giustizia. Giunti poi che saranno al possesso del Paradiso, esaudite le preghiere che porgeranno per la nostra salute al trono della Vostra misericordia; affinchè possiamo godere pe­petuamente della loro compagnia nella gloria, dopo avere emulata la loro rassegnazione e tutte le loro virtù in questa misera vita.

Per una persona cara

Ascoltate, o Signore, le mie voci con le quali io supplico la Vostra pietà per l'Anima desiderata e cara di… che Voi avete chiamata da questa terra di esilio. Il Sangue Prezioso di Gesù, che io Vi offro in questo Santo Sacrificio, la purifichi da ogni macchia contratta nel terreno pellegrinaggio; e per la Vostra infinita misericordia degnatevi concederle refrigerio e pace, ammetterla nel consorzio dei Santi, introdurla nella beatitudine eterna, nello splendore della Divina Vostra luce.

Altri Articoli

Epigrafi: cosa sono?

Epigrafe funebre

Quando si verifica un evento luttuoso all'interno di una famiglia, oltre alla preparazione di tutto il rito funebre, con annessa vestizione, reperibilità cimiteriale e della lapide, è necessario preparare un'epigrafe che esprima anche il senso di cordoglio nei confronti della persona che è venuta a mancare.

Dispersione ceneri: cosa dice la legge?

dispersione delle ceneri racchiuse in un'urna cineraria

Secondo quanto previsto dalla Legislazione Italiana nella Legge n. 130 del 30 Marzo 2001 "Disposizioni in materia di cremazione e dispersione delle ceneri" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 91 del 19 aprile 2001, la dispersione delle ceneri dopo la cremazioni non risulta vietata se eseguita a norma.

Allestimento camere ardenti Roma: a chi rivolgersi?

Immagine rappresentativa dell'allestimento di una camera ardente

Quando ci troviamo ad affrontare la scomparsa di un familiare è difficile mantenere la lucidità necessaria per assolvere ad una serie di incombenze che purtroppo devo essere necessariamente eseguite, come: l’organizzazione delle esequie, la scelta della bara e l’allestimento delle camere ardenti. Si vorrebbe restare soli col proprio dolore ed è per questo che si richiede l’intervento delle agenzie di onoranze funebri, al fine di delegare a loro tali pratiche.

Cimitero Verano: scoprite i tour tra le tombe famose

L'immagine della tomba del famose attore  Vittorio Gassman posta al cimitero del Verano

Il Cimitero Monumentale del Verano racchiude in sè storia, arte, ricordi e curiosità molto spesso dimenticati. Si tratta di un vero e proprio museo oltre che luogo di riposo eterno, per questo la città di Roma ha deciso, in collaborazione con l’azienda Ama, di permettere a turisti e residenti di ammirare e conoscere appieno questo luogo unico al mondo. Il progetto si chiama “Passeggiate tra i ricordi” e si sviluppa in ben 11 itinerari uno diverso dall’altro, che accompagnano i visitatori in un viaggio tra monumenti e racconti sui grandi personaggi storici che sono sepolti nel cimitero.

Funerale: scoprite le varie tipologie

Il funerale è un rito, che può avvenire in forma civile o religiosa, che accompagna e celebra la dipartita di una persona.

Sede: via dei Sabelli 151, 00185 Roma

Telefono: 06 64501016

Cellulare: 338 63 200 91

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright 2010 - Powered by ElaMedia Group