Search HP

Dopo alcuni anni di inutilizzo, oggi i manifesti di lutto sono di nuovo piuttosto comuni. Tuttavia, scrivere il giusto testo può costituire un'impresa difficile. Ecco qualche consiglio su quali informazioni inserire e sulle frasi da lutto più adeguate.

Cosa scrivere in un manifesto funebre

La prima regola dovrebbe essere la semplicità. Nel corso degli anni, sono diventate comuni numerose forme e strutture convenzionali che, tuttavia, risultano troppo auliche e troppo formali per la situazione. Oltre alla semplicità, un buon testo dovrebbe essere intimo e personalizzato.

Per quello che riguarda le informazioni essenziali, queste si riducono al nome e al cognome del defunto e alla data di morte. È importante sottolineare come, per esprimere un sentimento di vicinanza, è opportuno collocare prima il nome e solo dopo il cognome: l'utilizzo della forma al contrario viene troppo facilmente collegato ai documenti pubblici, quindi ad un contesto informale.

È possibile anche inserire tutte le informazioni relative alla messa che verrà celebrata in nome del caro estinto. Quindi: giorno, ora, chiesa che ospiterà la funzione. Oltre a questo testo, è possibile collocare nei manifesti di lutto un'immagine del defunto – in bianco e nero oppure a colori – o anche una o più frasi dedica.

Le frasi da lutto

A riguardo di queste, valgono le stesse indicazioni di cui sopra: semplicità e originalità sono gli unici due parametri che dovrebbero contare.
Tuttavia è possibile far riferimento a formule standard che mantengono, comunque, una loro eleganza:

La famiglia comunica la scomparsa di Nome e Cognome giorno xx del mese xx.
I funerali avranno luogo nella Chiesa xx in data xx.

La moglie e l'unico figlio, unitamente ai parenti tutti, annunciano la dipartita del loro carissimo Nome Cognome di anni xx avvenuta giorno xx del mese xx anno xx.
I funerali avranno luogo in data xx nella Chiesa xx.
Non fiori, ma offerte.

È mancata all'affetto dei suoi cari Nome Cognome di anni xx. Ne danno il triste annuncio il marito Nome e i figli Nome e Nome. I funerali avranno luogo nella chiesa xx in data xx, partendo dall'abitazione in via xx.

Questi manifesti di lutto possono essere in formato A2, 42 cm per 60 cm, oppure in formato A3, 30 cm per 42 cm. Possono essere in bianco e nero o a colori e presentare decorazioni con motivi religiosi oppure solo testo.

Altri Articoli

Spese funerarie: quali sono e quanto si può detrarre

stabilire a priori il costo di un servizio: le spese funerarie sono numerose e molte di queste dipendono da variabili esterne che a breve verranno trattate. Tuttavia, una parte di questa spesa può essere detratta. Vediamo come.

Servizi cimiteriali a Roma: quali sono?

Servizi cimiteriali garantiti sui cimiteri capitolini

I Cimiteri Capitolini offrono una serie di servizi cimiteriali utili a sostenere chi ha perso un proprio caro.

Illuminazione votiva: sai come funziona il servizio cimiteriale?

L'illuminazione votiva indica il servizio di illuminazione nei cimiteri, nello specifico identifica la lampada che viene inserita sulle sepolture o all'interno delle cappelle private per illuminare il luogo di riposo del caro estinto. L'illuminazione votiva sulle sepolture viene solitamente attivata o disattivata su richiesta dei familiari rimasti in vita e proprietari della struttura nella quale è stata inserita la salma del defunto.

Ringraziamenti per il funerale: scoprite come farli

La perdita di una persona cara è un evento particolarmente difficile da sopportare. Il più delle volte amici e parenti si stringono attorno alla famiglia colpita dal lutto dando forza o semplicemente un aiuto a svolgere le pratiche funerarie. I ringraziamenti per il funerale possono avvenire in diverse modalità, che ora vedremo: l'importante è non dimenticare mai di esprimere la propria gratitudine a chi ha mostrato affetto.

La cremazione: scopri in cosa consiste

scegliere la cremazione come rituale funerario

Come è ben noto, la cremazione è una pratica per cui si riduce il corpo del defunto in gas e frammenti ossei, attraverso la sua combustione per mezzo del fuoco. Successivamente, questi resti vengono polverizzati in quanto estremamente friabili, per cui è erroneo credere che quello che otteniamo dalla combustione sia direttamente cenere vera e propria.

Sede: via dei Sabelli 151, 00185 Roma

Telefono: 06 64501016

Cellulare: 338 63 200 91

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright 2010 - Powered by ElaMedia Group