Search HP

Prima della chiusura delle casse funebri, il defunto viene deposto al suo interno, lasciandone il coperchio aperto ed esposto nella camera ardente; in modo tale che gli amici e i parenti possano dare un ultimo saluto al caro estinto. La cassa funebre è il luogo in cui il corpo del nostro caro defunto passerà l’eternità, quindi è per la famiglia una scelta ardua e difficile. Dopo il rito nella camera ardente, dove la cassa è aperta ed il defunto visibile agli occhi di amici e parenti, le casse funebri vengono sigillate e condotte al cimitero per la sepoltura all’interno di un loculo o della tomba.

Come è fatta una cassa funebre

Le casse funebri possono essere realizzate in vari formati e in differenti materiali; è possibile inoltre scegliere bare più semplici oppure più elaborate. È possibile optare per casse funebri decorate e intarsiate, scegliendo simboli religiosi, quali crocefissi, immagini di Cristo della Madonna, angioletti ecc., da applicare sulle stesse. I simboli religiosi possono essere in legno, ottone, bronzo o altro metallo.

Sono previste inoltre anche le imbottiture per casse funebri; esse sono veri e propri lenzuoli all'interno dei quali posizionare la salma. Esistono imbottiture: in seta; a sacco di tessuto elasticizzato; in raso jacquart liscio o arricciato, cucita su pezzo intero di cartone sagomato; in raso trapuntato, cucita sempre su cartone ecc.. Le casse funebri possono essere munite anche di veli trasparenti copri salma, solitamente di colore bianco, e di maniglie realizzate sia in legno che in metallo.

Altri accessori extra per le casse funebri sono i fazzoletti in cotone usati per coprire i simboli religiosi sulla bara al momento della sepoltura; essi vengono utilizzati in modo simbolico al fine di proteggere l'immagine sacra. Il feretro necessita, infine, per legge di una targhetta metallica che riporti il nome, il cognome e la data di morte del defunto

Casse funebri: qualche cenno storico – culturale

Le casse funebri, storicamente rappresentano il luogo in cui il defunto passerà “la vita eterna”. Per questo motivo è usanza, sin dai tempi antichi, racchiudere insieme al defunto tutti gli oggetti che per lui hanno più valore. Con il passare dei secoli, questo culto un po’ si è perso, infatti ora ci si limita a dare un certo decoro alla sepoltura del nostro parente o amico, semplicemente tramite il vestiario adatto. In ogni caso si rispettano le volontà del defunto, il quale, in vita, potrebbe aver dichiarato di voler portare con sé un determinato oggetto al quale è particolarmente affezionato.

Altri Articoli

Tasse inumazione: scoprite come pagarle

Con il termine inumazione si identifica la destinazione della salma più comune in Italia. Con l'inumazione il defunto viene sepolto in una cassa funebre di legno, posta a circa 2 metri sotto terra. L'inumazione si effettua in aree predisposte (come i cimiteri) e non può essere, secondo la legge, effettuata in zone non consentite.

Funerale a rate a Roma: quali sono i vantaggi?

La crisi economica di questi ultimi anni ha creato numerose difficoltà e i risparmi a lungo termine che le famiglie avevano messo da parte sono stati intaccati per riuscire ad arrivare almeno a fine mese. Ancora più grave è la situazione di chi all’improvviso si è trovato ad affrontare la scomparsa di un familiare, dove al dolore per l’accaduto si aggiunge spesso la preoccupazione di non riuscire a sostenere le spese necessarie per l’organizzazione anche di un funerale semplice e senza pretese.

Dediche santini: sai quale scrivere?

Quando viene a mancare una persona cara, è consuetudine richiedere alla agenzia di pompe funebre di far stampare dei santini. Dietro alla foto si appone poi una piccola dedica. Di seguito le dediche santini proposte dall'agenzia funeraria Cattolica San Lorenzo di Roma.

Cimitero Cani: tutto quello che c'è da sapere

Gli animali hanno un ruolo sempre più importante nella vita di tutti noi, sono ottimi e fedeli amici e spesso fanno compagnia alle persone sole. Tutti i bambini sognano di poter ospitare un animale nella propria casa, magari un simpatico cagnolino da portare a passeggio nel parco e con il quale giocare.

Donare gli organi secondo la Chiesa: scoprite cosa ne pensa

il gesto di donare gli organi

La Chiesa Cattolica è a favore della donazione degli organi, anzi la incoraggia, perche’ considera la donazione un importante atto di altruismo e carita’, nei confronti di chi ha bisogno di aiuto.

Sede: via dei Sabelli 151, 00185 Roma

Telefono: 06 64501016

Cellulare: 338 63 200 91

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright 2010 - Powered by ElaMedia Group