L'illuminazione votiva indica il servizio di illuminazione nei cimiteri, nello specifico identifica la lampada che viene inserita sulle sepolture o all'interno delle cappelle private per illuminare il luogo di riposo del caro estinto. L'illuminazione votiva sulle sepolture viene solitamente attivata o disattivata su richiesta dei familiari rimasti in vita e proprietari della struttura nella quale è stata inserita la salma del defunto.

L'attivazione del contratto di illuminazione votiva, nonché il suo riallaccio o la modifica dell'intestazione andranno dunque effettuati solo su richiesta dell'interessato, mentre la cessazione dello stesso andrà fatta entro l'anno in corso, per l'anno successivo. Solitamente i servizi legati ai cambi di intestazione e di indirizzo sono gratuiti. 

L'illuminazione votiva nei cimiteri del Comune di Roma è gestita da ACEA; per ricevere informazioni in merito, è necessario chiamare il numero 800130330. AMA regola invece l'illuminazione votiva del Cimitero Laurentino, ed è possibile contattarla al numero 0671320014. Per ricevere ulteriori notizie inerenti all'illuminazione votiva a Roma, chiamate infine il call center dell' URP dei Cimiteri Capitolini.

monumentini funebri

Il canone annuo per il servizio di illuminazione votiva ammonta a € 24,64. Nel momento in cui si stipula il contratto per il servizio di illuminazione votiva l’operatore vi chiederà sia i dati anagrafici dell’intestatario che la posizione del loculo che viene riportata sul contratto. L’attivazione avverrà fra i 30 e i 60 giorni dalla stipula.

Decesso dell’intestatario dell’illuminazione cimiteriale

Se dovesse malauguratamente accadere che l’intestatario del servizio della luce perpetua muoia improvvisamente, è possibile, ovviamente, richiedere un cambio di intestazione riguardo al servizio di illuminazione cimiteriale, se invece il servizio non si volesse più proseguire, allora, può essere fatta la richiesta per avviare la cessazione del servizio di illuminazione votiva.

Spostamento del defunto

Se si presenta la necessità di spostare il parente defunto in un altro loculo, naturalmente, è possibile presentare richiesta per il trasferimento della luce perpetua, ovvero il servizio di illuminazione votiva, presso il nuovo loculo in cui verrà trasferito il defunto.

 

 

L’interessato autorizza al trattamento dei propri dati personali (Informativa Privacy ex art. 13 Reg. (UE) 2016/679; clicca qui per sapere come gestiamo Privacy e Cookie) per le seguenti finalità: