Search HP

A seconda del luogo e del periodo storico, il funerale assume varie forme, in base anche alle tradizioni in cui la persona defunta ha vissuto e alla sua scelta in merito quando era vivo. Quando si parla di funerale, infatti ci viene subito in mente il classico funerale cattolico tipico della tradizione italiana. Questo tipo di cerimonia va incontro alla cultura ecclesiastica del nostro paese, ma non per questo deve essere universale oppure dato per scontato. Ci sono differenti tipi di funerali che abbracciano culture, tradizioni e credenze dal funerale buddista, ebraico, e addirittura laico. Anche se a volte cerimonie che si allontanano dalla nostra cultura possono essere malviste, esistono e si stanno diffondendo.

Norme sul funerale

In Italia i funerali si svolgono basandosi sul decreto normativo DPR 285/90, e sui vari aggiornamenti discussi in seguito e altre circolari interpretative che ne hanno migliorato l'interpretazione. Per quanto riguarda la regolamentazione di tutta una serie di requisiti legati alla realizzazione del funerale, come ad esempio l'esercizio delle attività sanitarie, il servizio mortuario, le strutture e le tecnologie dei servizi funebri, si segue quanto previsto dal DPR 15/97

Volontà del defunto

Di norma, in Italia il funerale segue le ultime volontà espresse dal defunto in vita. Se una persona in fin di vita ha paura che i suoi eredi non rispettino le volontà di realizzazione del proprio funerale, può lasciare un testamento olografo, scritto di suo pugno, datato e firmato. Il testamento olografo che prescrive le modalità del funerale, viene chiuso e consegnato ad un notaio il quale verificherà il corretto andamento del funerale secondo le richieste del defunto. Si parla di un documento molto importante, spesso purtroppo parenti e amici non sono d’accordo con le scelte effettuate dal defunto prima di morire, quindi in assenza di una testimonianza scritta si sentono liberi di comportarsi come meglio credono. Invece tramite il testamento non potranno tirarsi indietro alle volontà del caro defunto, anche se non sono d’accordo con la sua religione o con la modalità di sepoltura scelta.

Tipologie funerale

Il funerale può essere realizzato secondo un rito civile oppure religioso. Il funerale secondo rito civile è molto semplice e richiama la collettività al rispetto per la morte della persona, e non viene eseguito secondo canoni codificati, ma viene applicato il buon senso al momento della celebrazione. Il rito religioso del funerale in Italia è prevalentemente di tradizione cattolica, e si compone di tre parti: la veglia o contemplazione del defunto, la cerimonia funebre officiata dal sacerdote e il pio officio della sepoltura del defunto.

 

Altri Articoli

Funerale a rate a Roma: quali sono i vantaggi?

La crisi economica di questi ultimi anni ha creato numerose difficoltà e i risparmi a lungo termine che le famiglie avevano messo da parte sono stati intaccati per riuscire ad arrivare almeno a fine mese. Ancora più grave è la situazione di chi all’improvviso si è trovato ad affrontare la scomparsa di un familiare, dove al dolore per l’accaduto si aggiunge spesso la preoccupazione di non riuscire a sostenere le spese necessarie per l’organizzazione anche di un funerale semplice e senza pretese.

Cimitero gatto: cosa stabilisce la legge?

Gli animali hanno un ruolo molto importante nella vita di alcuni di noi e purtroppo quando questi vengono a mancare sentiamo un grande vuoto nel nostro cuore.

Preghiere per defunti: quale scegliere per ricordare il proprio caro?

La morte di una persona cara è sicuramente l'evento più triste che può capitare nella vita, soprattutto per i parenti e amici del defunto. Durante la veglia funebre e il funerale, è necessario recitare delle preghiere per i defunti.

Tombe: le varie tipologie

Quando si verifica il triste evento legato alla morte di una persona cara, è necessario decidere, tra le varie tipologie di tombe, quella in cui riposerà la salma del defunto.

La cremazione secondo la Chiesa Cattolica: approfondimento

immagine di un'urna cineraria utilizzata per la cremazione

La Chiesa Cattolica non proibisce il rito della cremazione come destinazione della salma del defunto, a patto che tale scelta non derivi da motivazioni contrarie alla dottrina cristiana.

Sede: via dei Sabelli 151, 00185 Roma

Telefono: 06 64501016

Cellulare: 338 63 200 91

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright 2010 - Powered by ElaMedia Group