Search HP

 

E' possibile cremare un corpo solo in specifici casi, che sono riportati di seguito:

  • Il defunto deve aver lasciato un testamento o un documento scritto, nel quale esprimeva la volontà di essere cremato.
  • Il defunto era iscritto ad una delle diverse associazioni di cremazione legalmente riconosciute.
  • Il defunto aveva espresso verbalmente la sua volontà al coniuge, o in mancanza di questo al parente più prossimo.

Le ceneri del defunto possono essere conservate all'interno di un'urna o possono essere disperse. La dispersione delle ceneri è possibile solo nel caso in cui il defunto l'abbia espressamente richiesta attraverso una disposizione testamentaria, una dichiarazione autografa, una dichiarazione resa di fronte a pubblici ufficiali, una dichiarazione verbale al congiunto o ad un parente di primo grado e infine se il defunto ha rilasciato una dichiarazione sottoscritta presso un'associazione di cremazione.

Per ottenere l'autorizzazione alla dispersione delle ceneri è necessario seguire un iter burocratico che riportiamo di seguito. La domanda può essere presentata al Sindaco del Comune nel quale è avvenuto il decesso, al Comune di residenza del defunto, nel caso in cui il decesso sia avvenuto in un altra Regione, oppure al Comune dove sono già state tumulate le ceneri. Le ceneri possono essere disperse nel luoghi autorizzati dal Comune che rilascia l'autorizzazione, e generalmente può avvenire in un area cimiteriale apposita, in un area privata e in natura, ad esempio in mare, oltre mezzo miglio dalla costa.

Altri Articoli

Affido ceneri dopo la cremazione: come funziona?

Affido delle ceneri

Ogni persona può decidere se dopo la propria morte vuole essere cremato e a chi affidare le proprie ceneri. Una volta cremato le ceneri vengono raccolte in un’urna fatta di materiale resistente che viene chiusa e sigillata. Su di essa vengono registrati i dati del defunto: il nome, il cognome, l'anno di nascita e la data in cui è venuto a mancare.

Autorizzazione dispersione ceneri: quando e come si ottiene

La cremazione è una pratica funeraria grazie alla quale il corpo del defunto è ridotto in frammenti ossei e gas, attraverso la combustione . I resti del corpo del defunto vengono poi polverizzati e inserito all'interno di un'urna funeraria.

Casse funebri: informazioni e caratteristiche

Le casse funebri, chiamate anche casse da morto o bare, sono i contenitori utilizzati per deporre la salma del defunto tumulato o inumato. Sono solitamente in legno, ma possono anche essere realizzate con materiali diversi.

Cremazione a Roma: quali sono i costi?

Servizio funebre della cremazione

Nei casi di morte di una persona cara, una pratica oggigiorno molto usata e alternativa ai metodi canonici di tumulazione e inumazione, è quella della cremazione. Questa pratica funebre prevede la riduzione del corpo del defunto in gas e frammenti ossei, mediante combustione; le ceneri poi andranno custodite all'interno di un'urna cineraria apposita e successivamente sepolte o sparse da qualche parte secondo le scelte pregresse del defunto stesso o dei familiari rimasti in vita.

Organizzare un funerale: scoprite come farlo

Organizzare un funerale, soprattutto, per una persona cara è qualcosa di estremamente gravoso e difficile. Fortunatamente, una volta contattata l'impresa di onoranze funebri è questa a farsi carico delle più difficili incombenze.

Sede: via dei Sabelli 151, 00185 Roma

Telefono: 06 64501016

Cellulare: 338 63 200 91

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright 2010 - Powered by ElaMedia Group