Search HP

Il Cimitero Monumentale del Verano racchiude in sè storia, arte, ricordi e curiosità molto spesso dimenticati. Si tratta di un vero e proprio museo oltre che luogo di riposo eterno, per questo la città di Roma ha deciso, in collaborazione con l’azienda Ama, di permettere a turisti e residenti di ammirare e conoscere appieno questo luogo unico al mondo. Il progetto si chiama “Passeggiate tra i ricordi” e si sviluppa in ben 11 itinerari uno diverso dall’altro, che accompagnano i visitatori in un viaggio tra monumenti e racconti sui grandi personaggi storici che sono sepolti nel cimitero.

Le visite sono organizzate da guide specializzate per un massimo di 30 persone, vengono fatte a piedi e richiedono una preventiva prenotazione. Per sapere giorni, orari e modalità di partecipazione è possibile informarsi presso l’ingresso principale Piazzale del Verano.

Scopriamo alcuni degli itinerari proposti

Ogni itinerario è studiato partendo da una tematica principale che dà il via ad un racconto affascinante su una specifica epoca storica e sui personaggi che l’hanno caratterizzata, un viaggio indietro nel tempo di un’itera nazione.

Roma e la Grande Guerra

L’itinerario dedicato al primo grande conflitto mondiale si snoda in diverse tappe, con la visita ai monumenti che raccontano l’evento drammatico che ha colpito anche il nostro paese. Qui troviamo le tombe di Garibaldi, di Buozzi e Bissolati tutti personaggi emblematici del periodo storico, ma anche moltissime tombe di soldati comuni caduti nel conflitto. La Scogliera del Monte è il punto del cimitero in cui si trova un monumento collettivo in onore di tutti i dispersi della guerra.

Il teatro italiano

Un percorso diverso questo, per chi ama l’arte e lo spettacolo. La visita si articola nei luoghi del cimitero in cui si trovano le tombe di pesonaggi noti del teatro, della musica e della televisione da Gabriella Ferri a Nino Rota, da Silvio D’Amico a Petrolini, da Don Lurio a Oreste Lionello.

I letterati

Una visita guidata che rappresenta un viaggio atttraverso la letteratura italiana. Molte sono infatti le personalità illustri vissute in varie epoche e sepolte qui: Grazia Deledda, unica donna di nazionalità italiana a ricevere il premio Nobel per la letteratura, lo scrittore e drammaturgo Alberto Moravia, la poetessa Sibilla Aleramo, Gianni Rodari, Giuseppe Ungaretti, Giuseppe Gioacchino Belli  autore di tantissimi sonetti romani, Eduardo De Filippo indimenticabile regista e attore.

Storie al femminile

Alla scoperta dei monumenti dedicati al ruolo della donna e delle tombe di figure femminili, che hanno giocato un ruolo fondamentale nella storia dell’800 e del ‘900, in particolare nel mondo artistico, letterario, politico e sociale.  Al Verano sono sepolte infatti Maria Montessori ed Erminia Fusinato che furono grandi educatrici, la diva della lirica Claudia Muzio, la scrittrice Grazia Deledda e alcune donne divenute note per  la loro passione politica, come Sara Nathan attivista mazziniana e Rosalia Montmasson che è stata l’unica donna a partecipare alla spedizione dei Mille.

Storie di cinema e spettacolo

Il Cimitero del Verano ospita le tombe di tantissimi personaggi che hanno rappresentato in Italia e nel mondo il cinema, il teatro e lo spettacolo. Questo percorso si snoda alla scoperta di grandi personalità, da Anna Magnani ad Alida Valli, da Roberto Rossellini a Vittorio De Sica, da Eduardo e Peppino De Filippo a Nino Manfredi, da Ferruccio Amendola a Vittorio Gassmann e Alberto Sordi.

 

 

Altri Articoli

La cremazione: scopri in cosa consiste

scegliere la cremazione come rituale funerario

Come è ben noto, la cremazione è una pratica per cui si riduce il corpo del defunto in gas e frammenti ossei, attraverso la sua combustione per mezzo del fuoco. Successivamente, questi resti vengono polverizzati in quanto estremamente friabili, per cui è erroneo credere che quello che otteniamo dalla combustione sia direttamente cenere vera e propria.

Pompe funebri: ruoli e servizi offerti

La scomparsa di un parente o di un amico, provoca tanto dispiacere tra coloro che rimangono in vita; è dunque necessario qualcuno che sia in grado di consigliare e assistere amici e familiari nella preparazione del funerale.

Lapidi: scopri tutto quello che c'è da sapere

lapide funeraria

Quando si verifica un evento luttuoso all'interno di una famiglia, oltre alla preparazione di tutto il rito funebre, con annessa vestizione, reperibilità cimiteriale, realizzazione del corredo funerario, della cerimonia e della camera ardente, ricerca dell'auto funebre ecc., è anche necessario scegliere una lapide appropriata.

Funerale a rate a Roma: quali sono i vantaggi?

La crisi economica di questi ultimi anni ha creato numerose difficoltà e i risparmi a lungo termine che le famiglie avevano messo da parte sono stati intaccati per riuscire ad arrivare almeno a fine mese. Ancora più grave è la situazione di chi all’improvviso si è trovato ad affrontare la scomparsa di un familiare, dove al dolore per l’accaduto si aggiunge spesso la preoccupazione di non riuscire a sostenere le spese necessarie per l’organizzazione anche di un funerale semplice e senza pretese.

Imbalsamazione: in cosa consiste questa tecnica?

La tecnica che consente di preservare il corpo del defunto integro per molto tempo è detta imbalsamazione; nello specifico l'imbalsamazione è una pratica volta a conservare dopo la morte l'intera struttura del corpo umano, completa di tutte le sue aree anatomiche.

Sede: via dei Sabelli 151, 00185 Roma

Telefono: 06 64501016

Cellulare: 338 63 200 91

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright 2010 - Powered by ElaMedia Group

Template by JoomlaShine