Search HP

A seconda del luogo e del periodo storico, il funerale assume varie forme, in base anche alle tradizioni in cui la persona defunta ha vissuto e alla sua scelta in merito quando era vivo.

Norme sul funerale

In Italia i funerali si svolgono basandosi sul decreto normativo DPR 285/90, e sui vari aggiornamenti discussi in seguito e altre circolari interpretative che ne hanno migliorato l'interpretazione. Per quanto riguarda la regolamentazione di tutta una serie di requisiti legati alla realizzazione del funerale, come ad esempio l'esercizio delle attività sanitarie, il servizio mortuario, le strutture e le tecnologie dei servizi funebri, si segue quanto previsto dal DPR 15/97

Volontà del defunto

Di norma, in Italia il funerale segue le ultime volontà espresse dal defunto in vita. Se una persona in fin di vita ha paura che i suoi eredi non rispettino le volontà di realizzazione del proprio funerale, può lasciare un testamento olografo, scritto di suo pugno, datato e firmato. Il testamento olografo che prescrive le modalità del funerale, viene chiuso e consegnato ad un notaio il quale verificherà il corretto andamento del funerale secondo le richieste del defunto.

Tipologie funerale

Il funerale può essere realizzato secondo un rito civile oppure religioso. Il funerale secondo rito civile è molto semplice e richiama la collettività al rispetto per la morte della persona, e non viene eseguito secondo canoni codificati, ma viene applicato il buon senso al momento della celebrazione. Il rito religioso del funerale in Italia è prevalentemente di tradizione cattolica, e si compone di tre parti: la veglia o contemplazione del defunto, la cerimonia funebre officiata dal sacerdote e il pio officio della sepoltura del defunto.

Altri Articoli

Morte apparente: scoprite cosa avviene

La morte apparente è una condizione fisica simile alla morte, nella quale la persona coinvolta perde la coscienza e la sensibilità, il battito cardiaco è assente e i riflessi dei movimenti respiratori non sono presenti. Le cause che possono provocare il fenomeno di morte apparente possono essere sincopi, congelamento, folgorazioni e aritmie cardiache. La morte invece è considerata la cessazione di tutte le proprietà biologiche dell'essere vivente.

Decesso in struttura sanitaria: cosa fare?

La morte di una persona cara, può verificarsi anche all'interno di un ospedale. Il decesso in struttura sanitaria avviene ad esempio nei casi in cui il defunto era malato e curato in loco, oppure nei casi di incidenti stradali che richiedo il trasporto all'interno della struttura sanitaria stessa.

Dispersione ceneri: 130/2001 art. 1 - 3

La legge n. 130 del 2001

Casse funebri: informazioni e caratteristiche

Le casse funebri, chiamate anche casse da morto o bare, sono i contenitori utilizzati per deporre la salma del defunto tumulato o inumato. Sono solitamente in legno, ma possono anche essere realizzate con materiali diversi.

Camera ardente: scoprite dove viene allestita

Uno dei momenti della vita più difficili da affrontare è sicuramente legato al decesso di una persona cara. In queste situazioni di grande tristezza bisogna anche occuparsi del funerale, di tutte le pratiche burocratiche legate al decesso stesso, della sepoltura, dei manifesti e anche dell'allestimento della camera ardente.

Sede: via dei Sabelli 151, 00185 Roma

Telefono: 06 64501016

Cellulare: 338 63 200 91

Mail: info@cattolicasanlorenzo.it

Copyright 2010 - Powered by ElaMedia Group