Search HP

L'estumulazione necessita però di un'autorizzazione specifica e deve avere una motivazione importante per renderla necessaria; le eventuali richieste di trasferimento in altri loculi o concessioni vengono infatti attentamente vagliate e valutate accuratamente.

L'estumulazione viene controllata dal Servizio Sanitario della Asl, che, qualora riscontrasse una cattiva tenuta del feretro stesso, richiederà eventualmente anche il rivestimento dello stesso. La verifica del feretro avviene solo dopo che la salma è stata estumulata.

Una volta che si verifica il processo di estumulazione, con successiva tumulazione, non sarà più possibile effettuarne un'altra in un secondo momento. La richiesta per l'estumulazione va inoltrata direttamente all'Ufficio di Polizia Mortuaria competente.Estumulazione

Esistono due tipi di estumulazioni: ordinarie, che si eseguono allo scadere del periodo di concessione e vengono gestite dal Sindaco; straordinarie, quando sono effettuate prima dei termini previsti per le ordinarie.

Altri Articoli

Casse funebri: informazioni e caratteristiche

Le casse funebri, chiamate anche casse da morto o bare, sono i contenitori utilizzati per deporre la salma del defunto tumulato o inumato. Sono solitamente in legno, ma possono anche essere realizzate con materiali diversi.

Cimitero Flaminio: storia e caratteristiche

Il Cimitero Flaminio, conosciuto anche con il nome Cimitero di Prima Porta, si estende per 170 ettari tanto che è considerato il cimitero più grande d'Italia.

Cimitero monumentale Verano: storia e curiosità

Tutta l’area che si trova intorno al Cimitero del Verano è stata da circa venti secoli utilizzata come luogo di sepoltura dei defunti. Infatti, all’interno del cimitero sono presenti le Catacombe di Santa Ciriaca, una necropoli romana. E’ proprio qui che si affermò definitivamente il culto cristiano.

Scadenza loculi trentennali: cosa occorre sapere

Dopo trent'anni dalla sepoltura della salma, scade la concessione dei loculi cimiteriali in un determinato luogo; ciò è previsto dalla delibera del Consiglio Comunale 1032 del 2 marzo 1976 e dall'art. 37 del Regolamento comunale di Polizia Cimiteriale (delibera n. 3516 del 30 ottobre 1979).

Cremazione in Italia: approfondimenti

Il primo processo di cremazione in Italia nasce nel 1876, anno in cui fu costruito il primo forno crematorio a Milano. Da lì lo spunto per Paolo Gorini, assistente alla prima cremazione, di creare un impianto di cremazione più semplice ed economico e che fu diffuso anche in Giappone e in Inghilterra.

Sede: via dei Sabelli 151, 00185 Roma

Telefono: 06 64501016

Cellulare: 338 63 200 91

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright 2010 - Powered by ElaMedia Group