Search HP

 

Esistono delle agenzie funebri per animali che si occupano del trasporto, della cremazione e della sepoltura degli animali. Sono stati creati dei veri e propri cimiteri per animali, dove è possibile deporre le ceneri dell’animale morto o seppellirlo. 

Alcune agenzie permettono al proprietario dell’animale morto, che può essere ad esempio un gatto, di poter assistere alla cremazione. Le ceneri sono poi racchiuse in un’urna di legno o di ceramica, che viene consegnata al proprietario dell’animale. Gli inceneritori che sono utilizzati per le cremazioni dei gatti sono provvisti di una speciale certificazione e non producono gas inquinanti nell’ambiente.

Come avviene la cremazione

La cremazione degli animali a quattro zampe, per esempio i gatti, avviene rispettando particolari procedure che illustreremo di seguito. Il corpo del gatto è inserito all’interno del combustore, che è poi avviato e raggiunge la temperatura di circa 1000°C.


La fase di cremazione cambia in base al peso che ha l’animale e può durare da 1,5 a tre ore. Terminata quest’operazione il combustore viene fatto raffreddare e le ceneri sono raccolte e racchiuse in un’urna. Generalmente i tempi necessari per una cremazione singola sono di circa 6 ore.

Altri Articoli

Spese funerarie: quali sono e quanto si può detrarre

È difficile stabilire a priori il costo di un servizio: le spese funerarie sono numerose e molte di queste dipendono da variabili esterne che a breve verranno trattate. Tuttavia, una parte di questa spesa può essere detratta. Vediamo come.

Cremazione animali: come fare

La perdita del proprio animale domestico, è un momento durissimo da affrontare, soprattutto perchè rappresenta comunque la morte di una parte fondamentale della propria famiglia. Secondo quanto previsto dalle disposizioni nazionali e comunitarie, dopo il decesso l'animale domestico è considerato materiale di CAT 1, e dunque può essere trattato esclusivamente attraverso impianti di incenerimento o altri di categoria simile, riconosciuti dal Regolamento C.E. 1774/02.

Ricordini funebri: quale forma di ringraziamento e ricordo scegliere?

La perdita di una persona cara o di un familiare è sempre un evento difficile da accettare e così, per mantenerne sempre vivo il ricordo o per lasciare a parenti ed amici che lo desiderano qualcosa che faccia venire loro in mente chi non c’è più, è usanza comune stampare dei ricordini funebri.

Autorizzazione dispersione ceneri: quando e come si ottiene

La cremazione è una pratica funeraria grazie alla quale il corpo del defunto è ridotto in frammenti ossei e gas, attraverso la combustione . I resti del corpo del defunto vengono poi polverizzati e inserito all'interno di un'urna funeraria.

Frasi santino: quale scegliere?

Il santino, chiamato anche più comunemente ricordino del defunto, è una foto della persona scomparsa, di ridotte dimensioni, che è plastificata e che nella parte posteriore ha generalmente scritta una frase o un pensiero che serve a ricordare o a descrivere il defunto. Il santino è per alcune persone molto importante, perché sapere di poter guardare in qualsiasi momento la foto che ritrae chi purtroppo ora non c’è più, fa sentire meno la mancanza di quella persona.

Sede: via dei Sabelli 151, 00185 Roma

Telefono: 06 64501016

Cellulare: 338 63 200 91

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright 2010 - Powered by ElaMedia Group