Search HP

La camera ardente è un locale, che generalmente si trova all’interno dell’abitazione del defunto, o di un suo parente più prossimo, dove è esposta la salma. Il nome camera ardente è legato al fatto che all’interno di questa sala sono messe delle fiaccole, che simboleggiano il fuoco che arde.

La camera ardente permette di poter salutare a tutti coloro che lo desiderano, per l’ultima volta il defunto, prima dell’inizio del rito funebre e della sepoltura. Generalmente l'arredo funebre è costituito da un paravento di tessuto, che serve a coprire le pareti della stanza e l’arredamento in essa contenuto. Nella camera ardente è presente un catafalco o cavalletto, sul quale sarà poggiata la bara contenente la salma del defunto, dei fiori, un tappeto e delle luci, che simboleggiano come è stato in precedenza detto il fuoco che arde.

Grazie all’entrata in vigore di nuove normative, è possibile trasportare in una cassa aperta le salme di persone che sono morte al di fuori della regione di residenza, questo permette, nel caso in cui si viva la scomparsa di un proprio caro, di allestire una camera ardente all’interno della propria abitazione.

Altri Articoli

Morte apparente: scoprite cosa avviene

monumento funebre esemplificativo per rappresentare una morte apparente

La morte apparente, nota anche come Sindrome di Lazzaro o cataplessia, è una condizione fisica simile alla morte, nella quale la persona coinvolta perde la coscienza e la sensibilità, il battito cardiaco è assente e i riflessi dei movimenti respiratori non sono presenti. Le cause che possono provocare il fenomeno di morte apparente possono essere sincopi, congelamento, folgorazioni e aritmie cardiache. La morte invece è considerata la cessazione di tutte le proprietà biologiche dell'essere vivente.

Impresa funebre a Roma: quali servizi offre?

Agenzie funebri di Roma

Quando ci si trova a vivere un lutto di un parente, di un amico o di una persona cara è importante sapere di poter contare sull’appoggio e sull’aiuto di un’impresa funebre, che si occuperà dell’organizzazione del rito funerario per vostro conto.

Omelie per funerali: vediamo come ricordare il defunto

omelia funebre

Tradizionalmente le omelie nei funerali costituiscono uno dei momenti più commoventi di tutta la cerimonia: tramite le parole del prete – oppure del fratello, della moglie o del genitore – vengono ricordate le qualità del defunto e si prega affinché la sua anima trovi, infine, le pace.

Omelie Funebri: quale recitare durante il rito?

Quando si verifica l'evento triste e luttuoso come quello della morte di una persona cara, amici e parenti si affidano ad una parrocchia per la celebrazione del rito funebre. Durante tale celebrazione e spesso anche al cimitero durante il seppellimento della salma, il celebrante, sacerdote o diacono recita un'omelia.

Casa funeraria: di cosa si tratta?

Quando si verifica il triste evento legato alla morte di una persona cara, oltre all'organizzazione del rito funebre, amici e parenti desiderano rivolgere un estremo saluto alla salma del defunto. A tale scopo, oltre al canonico allestimento di una camera ardente nella propria abitazione o all'interno di sterili strutture sanitarie, è nata la casa funeraria.

Sede: via dei Sabelli 151, 00185 Roma

Telefono: 06 64501016

Cellulare: 338 63 200 91

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright 2010 - Powered by ElaMedia Group