Search HP

Il requiem è la messa che viene celebrata, seguendo il rito cattolico, in onore del defunto, durante il funerale. Secondo i precetti della religione cattolica il requiem in onore dei defunti che sono in Purgatorio, può aiutare l’espiazione dei peccati commessi durante la vita e diminuire quindi i giorni di permanenza in Purgatorio. Il requiem è utilizzato a volte come servizio funebre, nei funerali solenni ed è considerato parte della liturgia il 2 novembre, giorno in cui si ricordano i defunti.

Il requiem è anche una composizione musicale che ha come testo gli inni dei riti cattolici, e nel passato diversi noti compositori, come Mozart, si sono cimentati nella realizzazione di requiem. I testi della messa, come l’Introito e il Graduale, cambiano in base al calendario liturgico, invece i requiem nella messa esequiale sono sempre fissi. Molte persone vivono il momento della messa funebre come l’ultimo modo per salutare e dire addio alla cara persona defunta. Per questo motivo i requiem sono testi molto drammatici, che coinvolgono chi li ascolta.

Altri Articoli

Raccolta ceneri: costi e modalità del servizio

Con la raccolta ceneri si intende tutta la procedura burocratica per ridurre il corpo di una salma deceduta da tempo (raccolta da loculo, dopo i 30 anni, raccolta da sotto terra, dopo i 10 anni) da cassa a cassettina per ossario.

Tanatoprassi: che cosa è

La Tanatoprassi (dal greco tanatos - "morte" e prassi - "pratica") comprende il complesso di trattamenti estetici sulle salme; è molto adoperata negli Stati Uniti, molto meno invece nel nostro Paese.

Esumazione: quali tipi esistono

L'esumazione avviene dopo il processo di inumazione, infatti è l'esatto contrario della stessa. Per legge, il periodo ordinario per procedere con l'esumazione è di dieci anni; questa pratica consiste nel rimuovere la salma dal luogo nella quale era stata precedentemente inumata.

La cremazione secondo la Chiesa Cattolica: approfondimento

La Chiesa Cattolica non proibisce il rito della cremazione come destinazione della salma del defunto, a patto che tale scelta non derivi da motivazioni contrarie alla dottrina cristiana.

Fare testamento: scoprite come farlo

Fare testamento prima della propria morte è un'operazione che può risultare necessaria per stabilire la destinazione del patrimonio posseduto ai vari eredi. Indipendentemente se si scelga la dispersione delle ceneri o la tumulazione la pratica del testamento prevede una dichiarazione scritta da fare prima di rivolgersi alle Pompe Funebri, fondamentale soprattutto nei casi in cui il defunto non abbia figli. Fare testamento prevede dunque la suddivisione dell'eredità tra eventuali figli, coniugi, parenti o amici di colui che redige il testamento stesso.

Sede: via dei Sabelli 151, 00185 Roma

Telefono: 06 64501016

Cellulare: 338 63 200 91

Mail: info@cattolicasanlorenzo.it

Copyright 2010 - Powered by ElaMedia Group