Search HP

La constatazione di decesso è costituita dall’insieme di tutte le pratiche medico-legali che si effettuano per stabilire la diagnosi di morte e redigere la dichiarazione delle cause di morte, dare inizio a un’eventuale autopsia, autorizzare il prelievo degli organi, se espressamente richiesto dai parenti del defunto e infine autorizzare la sepoltura.

Se il defunto è deceduto all’interno di una struttura ospedaliera, è compito della Direzione Sanitaria convocare un Collegio formato da un medico legale, un medico specialista in anestesia e rianimazione e un medico neurofisiopatologo. Il Collegio esprimere il proprio parere sulle condizioni di morte, solo dopo aver effettuato delle particolari osservazioni cliniche sul defunto.

Se invece il decesso è avvenuto al di fuori di una struttura ospedaliera, ad esempio all’interno di un’abitazione, i parenti di quest’ultimo devono chiamare un medico necroscopo che eseguirà la constatazione di morte non prima che siano trascorse 15 ore dal decesso. Nel caso in cui il Collegio dei medici dichiari la morte del cadavere sospetta, viene informata l’Autorità giudiziaria, che effettuerà degli accertamenti. Se invece un defunto è privo di documenti di riconoscimento e non si riesce a risalire all’identità, il documento di accertamento del decesso è inviato al Procuratore della Repubblica, che poi rilascia l’autorizzazione alla sepoltura.

Altri Articoli

Esumazione: quali tipi esistono

L'esumazione avviene dopo il processo di inumazione, infatti è l'esatto contrario della stessa. Per legge, il periodo ordinario per procedere con l'esumazione è di dieci anni; questa pratica consiste nel rimuovere la salma dal luogo nella quale era stata precedentemente inumata.

Urna cineraria fuori cimitero: quando è possibile collocarla

L'urna cineraria serve a contenere le ceneri di un defunto che ha deciso di essere cremato, anziché optare per esumazione, inumazione, tumulazione ecc. L'urna cineraria viene inoltre sigillata, al fine di evitare dispersioni e necessita anche di un cartellino identificativo del defunto stesso, deve dunque avere un cartellino con i dati anagrafici.

Dispersione ceneri: 130/2001 art. 1 - 3

La legge n. 130 del 2001

Impresa funebre a Roma: quali servizi offre?

Quando ci si trova a vivere un lutto di un parente, di un amico o di una persona cara è importante sapere di poter contare sull’appoggio e sull’aiuto di un’impresa funebre, che si occuperà dell’organizzazione del rito funerario per vostro conto.

Funerali di Stato: scoprite quando avvengono

Quando si verifica la morte di un personaggio importante, che ha avuto un ruolo fondamentale soprattutto a livello istituzionale, vengono organizzati i funerali di Stato. I funerali di Stato sono di natura pubblica e prevedono l'estremo salute delle salme di grandi figure nazionali o internazionali.

Sede: via dei Sabelli 151, 00185 Roma

Telefono: 06 64501016

Cellulare: 338 63 200 91

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright 2010 - Powered by ElaMedia Group