Search HP

Il Cimitero del Verano è di natura monumentale e contiene al suo interne numerose opere d'arte; ecco perché è considerato un vero e proprio museo; il suo nome deriva invece dall'antico campo dei Verani, gens senatoria durante il periodo della repubblica romana.

Il Cimitero del Verano ospita salme di confessione religiosa mista e tantissimi personaggi famosi come: Sibilla Aleramo, Ferruccio Amendola, Eduardo e Peppino De Filippo, Aldo Fabrizi, Marcello Mastroianni, Nino Manfredi e tantissimi altri.

All'interno del Cimitero del Verano, si organizzano inoltre visite guidate per scoprire le opere storiche, architettoniche e monumentali contenute.
Queste visite guidate e audio-assistite durano circa due ore e sono circoscritte a un numero di massimo trenta persone; per maggiori informazioni è possibile visitare il sito dei Cimiteri Capitolini

L'indirizzo preciso del cimitero è Piazzale del Verano 1 e gli orari di apertura al pubblico sono dall'1 ottobre al 31 marzo, dalle 7:30 alle 18:00, mentre dall'1 aprile al 30 settembre, dalle 7:30 alle 19:00; è possibile entrare fino a un'ora prima della chisura.

Gli autobus utili per raggiungerlo sono: linee 3 -19 -71- 93 - 163 - 443 - 448 - 490 - 492- 495 - 649 - C2 C3; l'ingresso alle macchine è invece consentito: il sabato a tutti; ai disabili, se provvisti di bollo arancione, tutti giorni; a chi possiede 65 anni, dal lunedì al sabato.

Altri Articoli

Cimitero Flaminio: storia e caratteristiche

Il Cimitero Flaminio, conosciuto anche con il nome Cimitero di Prima Porta, si estende per 170 ettari tanto che è considerato il cimitero più grande d'Italia.

Organizzare un funerale: scoprite come farlo

Organizzare un funerale, soprattutto, per una persona cara è qualcosa di estremamente gravoso e difficile. Fortunatamente, una volta contattata l'impresa di onoranze funebri è questa a farsi carico delle più difficili incombenze.

Necrologio: i consigli per scriverlo

Il Necrologio è un elogio funebre dedicato alla persona scomparsa. Essendo un tema molto delicato, è bene non lasciare al caso la composizione di un necrologio, quanto piuttosto dedicare molta attenzione nella sua redazione.

Morte apparente: scoprite cosa avviene

La morte apparente è una condizione fisica simile alla morte, nella quale la persona coinvolta perde la coscienza e la sensibilità, il battito cardiaco è assente e i riflessi dei movimenti respiratori non sono presenti. Le cause che possono provocare il fenomeno di morte apparente possono essere sincopi, congelamento, folgorazioni e aritmie cardiache. La morte invece è considerata la cessazione di tutte le proprietà biologiche dell'essere vivente.

Constatare il decesso: scoprite a chi spetta

La morte di un corpo ha inizio quando le funzioni cardiocircolatorie, respiratorie e nervose cessano la loro attività. Seconda la legge 578/93 del 29 dicembre 1993 è considerato privo di vita un corpo nel quale le funzioni dell’encefalo sono cessate.

Sede: via dei Sabelli 151, 00185 Roma

Telefono: 06 64501016

Cellulare: 338 63 200 91

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright 2010 - Powered by ElaMedia Group