Search HP

La camera ardente è un locale, che generalmente si trova all’interno dell’abitazione del defunto, o di un suo parente più prossimo, dove è esposta la salma. Il nome camera ardente è legato al fatto che all’interno di questa sala sono messe delle fiaccole, che simboleggiano il fuoco che arde.

La camera ardente permette di poter salutare a tutti coloro che lo desiderano, per l’ultima volta il defunto, prima dell’inizio del rito funebre e della sepoltura. Generalmente l'arredo funebre è costituito da un paravento di tessuto, che serve a coprire le pareti della stanza e l’arredamento in essa contenuto. Nella camera ardente è presente un catafalco o cavalletto, sul quale sarà poggiata la bara contenente la salma del defunto, dei fiori, un tappeto e delle luci, che simboleggiano come è stato in precedenza detto il fuoco che arde.

Grazie all’entrata in vigore di nuove normative, è possibile trasportare in una cassa aperta le salme di persone che sono morte al di fuori della regione di residenza, questo permette, nel caso in cui si viva la scomparsa di un proprio caro, di allestire una camera ardente all’interno della propria abitazione.

Altri Articoli

Donare gli organi secondo la Chiesa: scoprite cosa ne pensa

La Chiesa Cattolica e’ a favore della donazione degli organi, anzi la incoraggia, perche’ considera la donazione un importante atto di altruismo e carita’, nei confronti di chi ha bisogno di aiuto.

Autorizzazione cremazione: come si ottiene?

La cremazione è una pratica funeraria mediante la quale il corpo del defunto è ridotto in gas e piccoli resti di ossa che in seguito sono trasformati in cenere. La polvere derivante da questa operazione generalmente è consegnata ai familiari del defunto all’interno di un’urna, che può essere conservata in casa oppure deposta in un cimitero.

Servizi cimiteriali a Roma: quali sono?

I Cimiteri Capitolini offrono una serie di servizi cimiteriali utili a sostenere chi ha perso un proprio caro.

Necrologio: i consigli per scriverlo

Il Necrologio è un elogio funebre dedicato alla persona scomparsa. Essendo un tema molto delicato, è bene non lasciare al caso la composizione di un necrologio, quanto piuttosto dedicare molta attenzione nella sua redazione.

Donazione organi: scoprite come fare

La legge n°91 del 1 aprile 1999 e il decreto ministeriale dell’8 aprile 2000 regolano la dichiarazione della volontà di donare gli organi. Nel caso in cui una persona voglia esprimere la volontà di donare gli organi, deve rilasciare una dichiarazione scritta oppure può registrare la propria decisione presso la ASL di appartenenza o presso il proprio medico curante.

Sede: via dei Sabelli 151, 00185 Roma

Telefono: 06 64501016

Cellulare: 338 63 200 91

Mail: info@cattolicasanlorenzo.it

Copyright 2010 - Powered by ElaMedia Group